logo

Un'elezione complicata in Georgia

La candidata democratica non ha concesso la vittoria al rivale repubblicano, alludendo alla possibilità di chiedere una nuova votazione

Keystone
Lacey Abrams e Brian Kemp
 
07
novembre
2018
08:50
Red. Online

NEW YORK - Tra le tante votazioni di questa notte negli Stati Uniti una di esse era osservata in maniera particolare dai media e dagli analisti: l'elezione del governatore nello stato della Georgia; dove si sono sfidati Brian Kemp, repubblicano e attuale segretario di Stato della Georgia, e Stacey Abrams, avvocata democratica.

Questa elezione era ritenuta importante per svariati motivi, ma soprattutto - spiega Il Post in un articolo pubblicato ieri - per via di uno "scandalo" politico legato al fatto che Brian Kemp, in quanto segretario di Stato, è anche a capo dell'ufficio che supervisiona il processo elettorale. Negli scorsi giorni, per questo motivo, era stato attaccato dai democratici che lo hanno accusato di aver limitato l'accesso ai registri elettorali alle minoranze etniche.

E, alla luce del risultato elettorale di questa notte, che vede Kemp vincere la contesa con il 51% delle schede, la stessa Abrams ha deciso di non concedere la vittoria al suo avversario. In un discorso ai suoi sostenitori ha infatti alluso alla possibilità di chiedere una nuova votazione: "Se non sono stata la vostra prima scelta, o se non avete scelto affatto, avrete una altra occasione".

 

Edizione del 14 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top